domenica, 27 Novembre 2022

Teramo, ecco l’ordinanza con le misure anti-Covid per Capodanno

spot_img
spot_img
spot_img

Storie dalla Provincia

Ieri pomeriggio, nel corso della riunione del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica che si è svolto in Prefettura di Teramo, è stato fatto il punto insieme alla Asl sull’attuale situazione epidemiologica e sulle misure da mettere in atto per arginare il diffondersi dei contagi. A fronte dell’aumento esponenziale su tutto il territorio nazionale, e anche nella predetta provincia, del numero dei positivi, sulla scorta del confronto con il Prefetto e le autorità sanitarie, l’amministrazione comunale ha ritenuto indispensabile predisporre un’apposita ordinanza che dispone il divieto, dalla mezzanotte del 31 dicembre fino alle 24.00 del 2 gennaio, di somministrazione al banco di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione; di consumo di cibo e di bevande alcoliche e non alcoliche, con esclusione dell’acqua, nelle aree pubbliche, compresi gli spazi antistanti le piazze, le ville e i parchi comunali; di spettacoli danzanti all’interno delle attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, nei quali sono consentiti esclusivamente gli accompagnamenti musicali. Dalle 15.00 alle 20.00 del 31 dicembre e dalle 01.00 alle 09.00 del 1° gennaio è stato inoltre disposto il divieto di somministrazione di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione. “L’adozione di queste misure, che nasce anche all’esito del confronto in seno al comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica – sottolinea il Primo Cittadino di Teramo, Gianguido D’Alberto  – risponde all’esigenza di tutelare la salute dei cittadini, in un momento particolarmente delicato  in cui si registra su tutto il territorio nazionale e provinciale un incremento esponenziale dei contagi, spinti anche dalla variante Omicron. Per questo abbiamo dovuto adottare ulteriori misure restrittive, che si muovono esclusivamente nell’ottica di limitare il diffondersi dei contagi. E’ fondamentale, in ogni caso, che i cittadini mostrino senso di responsabilità evitando tutte le possibili situazioni di assembramento e di mancato rispetto delle norme”.

L’assessore al commercio Antonio Filipponi, nel ribadire l’assoluta necessità di adottare tali provvedimenti, rivolge un ringraziamento alle attività commerciali “Per la collaborazione dimostrata, nella consapevolezza della delicatezza del momento”.

spot_img

Storie dalla Regione