domenica, 21 Luglio 2024

Etnikos acoustic travel band: un viaggio musicale imperdibile

Le tue storie in Regione

spot_img

Storie dalla Provincia

L’estate è musica, sole, mare e tanto divertimento.

Per Storie d’Abruzzo oggi ci sono Etnikos, gruppo musicale nato prima della pandemia.Un repertorio musicale vasto, canzoni cantate in greco, francese, inglese, spagnolo, tedesco, italiano ovviamente, così come qualche brano in alcuni dialetti italiani. Esperienza unica, un viaggio musicale imperdibile.

A raccontarci la loro storica è Iván.

– La nostra cover band è nata nel 2019, dalle ceneri di un’altra band composta da Riccardo Cilli (percussioni), Adamas Fiucci (chitarra solista) e Arianna Masciotta (voce). Serviva un altro chitarrista e io ero libero e pronto a unirmi al gruppo. Ricordo che una sera di ottobre eravamo riuniti e Riccardo, un vulcano di idee, parlò di un progetto di musica in viaggio, l’idea era decisamente entusiasmante, dato che io sono nato in Argentina, amo le lingue straniere e inoltre in quel periodo stavo studiando il greco (moderno) e avevo imparato delle canzoni in quella lingua. Abbiamo stilato una lista di possibili canzoni da suonare e abbiamo cominciato con le prime prove. C’era da subito una buona chimica. Un aneddoto curioso, il giorno del nostro debutto ufficiale avrebbe dovuto essere il 5 marzo 2020, giorno in cui i locali iniziarono a chiudere a causa della pandemia, quindi abbiamo dovuto aspettare fino al 17 dicembre 2021, il vero battesimo della band. Da allora ci siamo esibiti abbastanza regolarmente e abbiamo fatto un po’ di esperienza, direi che siamo più disinvolti sul palco.

Poco prima del nostro debutto si è imbarcato sul nostro aereo immaginario Stefano Biondi, il “Maestro”, il nostro tastierista, nonché cantante in alcuni brani. È stata un’aggiunta fondamentale, non solo per le sue capacità musicali ma anche perché trova sempre il modo di arrangiare un brano in modo da adattarlo al nostro stile. Infatti cerchiamo sempre di adattare il brano alle nostre corde, per interpretarlo al meglio, ma cercando di mantenerne intatta l’essenza.

Scegliamo i brani in base alla provenienza dell’artista, in base alla lingua in cui sono cantati, e alcuni brani raccontano storie che parlano proprio di viaggio, in quanto come dice il nostro nome siamo Etnikos, siamo una band acustica incentrata sul viaggio, e vogliamo viaggiare e far viaggiare con la musica. Nel nostro repertorio abbiamo canzoni in greco, francese, inglese, spagnolo, tedesco, italiano ovviamente, così come qualche brano in alcuni dialetti italiani. Non è stato facile sicuramente imparare a cantare in tutte queste lingue, Arianna ha dovuto imparare una canzone in tedesco senza averlo mai parlato, ma abbiamo grande entusiasmo e non ci siamo arresi. Data la varietà delle canzoni siamo molto versatili, ci piace infatti spaziare tra i vari generi, come il rock n’ roll, il reggae, il blues, il folk, anche perché siamo cinque elementi e ognuno con gusti e stili musicali e personalità unici, e questo mi piace molto e credo arricchisca immensamente il nostro progetto.

Nell’ultimo anno si esibisce con noi in qualità di ospite il nostro amico Francesco Sarmiento, cantante e attore di teatro, presentatore, e chi più ne ha più ne metta, un vero animale da palcoscenico, bravissimo a coinvolgere il pubblico.

Personalmente, di questo progetto amo il fatto che siamo in continua evoluzione, sempre alla ricerca di una nuova lingua da cantare o un brano proveniente da qualche posto lontano, e amo il fatto che tutti i componenti della band dal primo concerto fino a oggi si sono evoluti e sono migliorati, hanno imparato nuovi stili, si sono reinventati. Inoltre siamo un gruppo omogeneo e andiamo molto d’accordo, trascorriamo del tempo insieme anche fuori dal palco, tra scampagnate, concerti, mare e altro.

Tra le serate che abbiamo fatto non ce n’è una sola preferita. Dal debutto di dicembre 2021 al Saint James di Chieti, che è stato l’inizio di questa avventura, alla serata di aprile in cui ci siamo esibiti al motoraduno dei Wild Willy, un club di bikers di Montesilvano, alla Sagra della Marrocca di luglio a Casalincontrada (CH), e in tutte queste serate la risposta del pubblico è stata spettacolare.

La prossima data sarà il 6 agosto presso lo stabilimento Lo Squalo, a Silvi Marina. Sarà un ritorno perché siamo stati lì a giugno ed è un bellissimo scenario per suonare della buona musica.

Successivamente il 7 agosto presso il pontile di Montesilvano. È proprio sul lungomare e non vediamo l’ora di esibirci lì, è un posto fantastico dove fare della buona musica.

Ancora una data prevista per il 9 agosto presso il Lido Venere, a Silvi Marina. Sarà un ritorno gradito, l’ultima volta a giugno ci siamo divertiti molto a suonare lì, il pubblico e lo staff sono stati fantastici.

Arianna Masciotta – voce

Iván Cicchini Cubas – voce, chitarra e basso

Adamas Fiucci – Chitarra solista

Stefano Biondi – Tastiera, ukulele, chitarra, voce

Riccardo CilliBatteria, percussioni

Foto di: Claudia Schirano

Ringraziamo Etnikos per averci raccontato la loro storia, ci vediamo il 6 agosto a Silvi Marina (TE) per ascoltarli dal vivo.

Raffaella Piccoli

Storie dalla Regione