domenica, 4 Dicembre 2022

Chieti, al via lo screening per alunni, studenti e personale scolastico

spot_img
spot_img

Storie dalla Provincia

Si svolgeranno nelle giornate di sabato 8 e domenica 9 gennaio 2022, dalle ore 8 alle ore 20 (orario continuato) gli screening con tampone antigenico dedicati agli alunni, studenti e personale scolastico dei Comprensivi e Istituti scolastici cittadini. Si ricorda che si tratta di un’iniziativa rivolta a ragazzi e personale delle scuole di ogni ordine e grado presenti in città, che unisce tutta la filiera istituzionale, perché resa possibile dalla sinergia fra Regione Asl e Comuni con la Struttura Commissariale del generale Figliuolo per le attività di testing anti Covid negli istituti scolastici, portate avanti dal personale medico dell’Arma dei Carabinieri e dell’Esercito.

 I test si svolgeranno su due hub individuati stamane dopo diversi sopralluoghi effettuati dal Comune con gli organizzatori e scelti per avere la massima accessibilità e accoglienza possibili. Le operazioni si svolgeranno:

–       nella palestra dell’Itis Luigi di Savoia di Chieti in via d’Aragona

–       nei locali dell’Istituto professionale U. Pomilio in Via Colonnetta 124

“Prima di tutto ci preme invitare alunni e studenti a prendere parte allo screening, in modo da avere un rientro sicuro e anche certezza circa le proprie condizioni di salute – così il sindaco Diego Ferrara con gli assessori a Sanità e Pubblica Istruzione Fabio Stella e Teresa Giammarino – Confidiamo nella collaborazione di tutti, dalle scuole, alle famiglie, ringraziando la dirigente dell’ Itis che ha reso disponibili le due sedi e anche le altre dirigenti che avevano messo a disposizione gli spazi delle proprie scuole, affinché la campagna potesse farsi. Una raccomandazione per tutti quanti coloro che eseguiranno i test: per quanto possibile, arrivate alle sedi con il modulo per il consenso informato già stampato e compilato, perché ciò accada, si può scaricare sin da ora sul sito del Comune completo della nota informativa della Asl e arriverà ai ragazzi attraverso le scuole, alle quali lo abbiamo fornito oggi. Indispensabile compilarlo e tenerlo pronto per la consegna, in modo da ottimizzare al massimo i tempi delle operazioni. Abbiamo chiamato a raccolta i volontari, consiglieri comunali, assessori, gente che si è offerta di supportarci, proprio perché tutto si svolga nel migliore dei modi. La Polizia Municipale veglierà sulle sedi, perché non ci siano impacci alla viabilità.

Ancora una volta siamo chiamati a dare un esempio di senso civico e di attenzione alla nostra salute, a quella degli altri, per l’esigenza di poter riprendere la vita al più presto e, soprattutto, di vivere la scuola in presenza e il più a lungo possibile per il bene dei nostri ragazzi, delle famiglie e di tutto il personale scolastico, che hanno vissuto i due anni più difficili della loro storia a causa delle conseguenze della pandemia”.

Storie dalla Regione