lunedì, 30 Gennaio 2023

Vasto, scuole ed asili chiusi fino al prossimo 10 gennaio

spot_img
spot_img

Storie dalla Provincia

Il sindaco di Vasto Francesco Menna ha emanato stamane l’ordinanza di chiusura delle scuole di ogni ordine e grado della Città, compresi i nidi e le scuole d’infanzia pubblici e privati, sul territorio comunale fino all’8 gennaio 2022. Una decisione assunta a margine della riunione del Centro Operativo Comunale svoltasi nella mattinata di ieri presso Palazzo di Città, sede nella quale si è fatto il punto sull’incremento dei contagi e sulle misure di prevenzione che l’Amministrazione, di concerto con la A.S.L. e le Forze dell’Ordine, promuoveranno nei primi giorni del nuovo anno.

Nel dispositivo dell’ordinanza sindacale è, infatti, cristallizzato come “il costante aumento dei casi di positività al Covid-19 registrato nelle ultime settimane presso il territorio comunale, sia indice di particolare pericolosità anche alla luce delle ultime evidenze scientifiche e statistiche che hanno registrato una elevata percentuale di casi riconducibili alla cosiddetta “variante omicron”, maggiormente contagiosa e patogenicità ed in grado di incidere anche sulle condizioni di salute dei più giovani”.

La chiusura delle strutture scolastiche – precisa il primo cittadino – nasce dall’esigenza di assicurare la più grande partecipazione della popolazione scolastica e prescolastica, genitori, personale docente e non docente, allo screening, previsto nei giorni 8 e 9 gennaio presso il PalaBCC di Via Conti Ricci, per il rientro in sicurezza nelle nostre scuole dopo le festività natalizie, il 10 gennaio prossimo”.

Il sindaco ha, inoltre, provveduto alla chiusura in via precauzionale anche i Centri Comunali di aggregazione, per gli anziani e le persone con disabilità – ha chiarito l’assessore alla Salute Nicola Della Gatta. “La situazione è delicata e va affrontata da parte di tutti con il massimo senso di responsabilità. La vaccinazione è lo strumento più efficace per combattere questo virus e il raggiungimento in queste ore di 100mila dosi inoculate presso l’hub di Vasto è un bel segnale, soprattutto perché assistiamo a persone, in particolare giovani, che comprendendo la gravità della pandemia, stanno decidendo di sostenere la prima dose. Un grazie immenso a quanti, personale sanitario, dipendenti comunali, protezione civile, croce rossa e volontari hanno permesso questo risultato straordinario donando tempo e passione a servizio dell’intera comunità”.

Storie dalla Regione