domenica, 4 Dicembre 2022

San Salvo, screening della popolazione scolastica: scuole chiuse il 7 ed 8 gennaio

spot_img
spot_img

Storie dalla Provincia

“L’aumento costante ed esponenziale dei casi positivi nella nostra provincia e nel nostro territorio, che vede colpire in particolare i più giovani, impone un atteggiamento non solo più responsabile ma anche l’adozione di una serie di iniziative di prevenzione e monitoraggio della popolazione”. A dichiararlo il sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca che annuncia la firma di un’apposita ordinanza con la quale ha disposto la sospensione delle attività didattiche il 7 e l’8 gennaio 2022 per le scuole di ogni ordine e grado, per consentire il rientro in sicurezza in presenza, dopo aver effettuato lo screening della popolazione scolastica.

“Ieri pomeriggio, nel corso di una giunta convocata d’urgenza, abbiamo deliberato – spiega il sindaco – l’atto di indirizzo per l’effettuazione dello screening di massa  che interesserà tutta la popolazione scolastica di San Salvo l’8 e il 9 gennaio 2022. Sono state individuate tre siti dove si svolgerà lo screening: per la precisione le palestre di via Ripalta e via Melvin Jones e presso la sede dell’istituto Mattioli. Abbiamo già concordato con i dirigenti scolastici Parente e Costantini le modalità per avviare questa campagna straordinaria di monitoraggio. Invitiamo caldamente i genitori ad accompagnare gli alunni minori presso le tre sedi per l’effettuazione dello screening ”.

Test antigenici, su base comunque volontaria, che riguarderanno anche il personale docente e non docente e che si avvarrà della collaborazione preziosa e insostituibile dei volontari delle associazioni comunali di protezione civile e del supporto della Asl 02 Abruzzo.

“E’ un’iniziativa per la tutela della salute pubblica, nella consapevolezza che abbiamo il dovere di prevenire e cercare di contenere ulteriori contagi da Covid 19. Invito la cittadinanza a vaccinarsi, a rispettare le distanze e a indossare la mascherina, e ad adottare tutte le norme igieniche consigliate per l’emergenza pandemica ” conclude il sindaco Magnacca. 

Storie dalla Regione