domenica, 4 Dicembre 2022

Montorio: battuta in commissione bilancio l’amministrazione altitonante!

spot_img
spot_img
spot_img

Storie dalla Provincia

Ieri pomeriggio, per la prima volta, la maggioranza del sindaco Fabio Altitonante è andata sotto in una votazione. E’ accaduto in commissione bilancio. I consiglieri di minoranza Di Giambattista Alessandro di Montorio Impegno Comune, Andrea Guizzetti di Montorio Guarda Avanti e la consigliera di maggioranza Adele Ricci di Un’Altra Montorio si sono schierati sullo stesso fronte e hanno bocciato la delibera sulla “Variazione al Bilancio di previsione finanziario 2021/2023 adottata in via d’urgenza” dalla giunta comunale. La votazione è finita 3 a 1 con il solo voto favorevole dell’assessora Mariangela Cortellini, mentre erano assenti il vicesindaco Francesca Di Luigi e l’altro consigliere di maggioranza Mirco Tomassetti. Non era mai successo che la maggioranza venisse battuta ed è un ulteriore segnale della pesante situazione di crisi che sta vivendo l’amministrazione guidata dal sindaco Fabio Altitonante.

«Non si capisce perché l’amministrazione Altitonante ha esautorato il consiglio comunale sulla variazione di bilancio, impedendone la discussione ed evitando che tutti i consiglieri potessero verificare l’andamento finanziario dell’Ente e le proposte di variazione», dichiarano Di Giambattista e Guizzetti. «Il D.Lgs n.267/2000 (T.U.E.L.) attribuisce al consiglio comunale la competenza per le deliberazioni in materia di variazione di bilancio, consentendo alla giunta comunale l’adozione delle stesse deliberazioni solo in via d’urgenza opportunamente motivate. Nella delibera di giunta del 24 novembre non appaiono le motivazioni che rendevano urgente il provvedimento».

«Le variazioni di bilancio possono essere deliberate dall’organo consiliare non oltre il 30 novembre di ogni anno e l’amministrazione Altitonante ne aveva tutto il tempo senza dover ricorrere alla via d’urgenza. La proposta di deliberazione addirittura risale al 16 novembre» continuano i consiglieri di minoranza. «Infatti la variazione ha per oggetto la realizzazione di interventi programmati e non viene motivata la reale urgenza, dando corso a questo punto ad una procedura che contrasta con la normativa vigente e quindi con il testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali».

«Abbiamo apprezzato molto il corretto atteggiamento della presidente della commissione Adele Ricci, che ravvisando le nostre stesse perplessità, prima ha richiamato la maggioranza ad adottare correttamente le procedure e poi coerentemente si è espressa votando contro il provvedimento» concludono i due membri di minoranza della commissione Di Giambattista e Guizzetti. «Quanto avvenuto in commissione, dopo l’ultimo consiglio comunale, conferma il periodo difficile che sta attraversando l’amministrazione Altitonante, in piena crisi politica e amministrativa. Ci auguriamo un cambio di passo, di atteggiamento e maggiore presenza sul territorio del sindaco, dalla nostra parte come avvenuto fino ad oggi, continueremo a dare un contributo costruttivo e a vigilare».

spot_img

Storie dalla Regione