venerdì, 1 Marzo 2024

A Celano un nastro blu al polso per dire “no” al cyberbullismo

Le tue storie in Regione

spot_img

Storie dalla Provincia

Marcanio (Per Celano): “Fenomeno in crescita, i nostri giovani vanno resi consapevoli e sostenuti al corretto uso della rete”

In occasione della giornata mondiale contro il bullismo e il cyberbullismo, la consigliera comunale Angela Marcanio del gruppo “per Celano” e l’avvocata Franca Innocenzi, hanno incontrato gli studenti dell’iis Galileo Galilei. L’intento è stato quello di sensibilizzare i ragazzi a riflettere prima di compiere comportamenti violenti (verbali o fisici) nei confronti di un’altra persona, capire quando ci si trova di fronte a un caso di bullismo e soprattutto conoscere gli strumenti per contrastarlo. Gli interventi di Franca Innocenzi e della psicologa Marialuisa D’Agostino del centro Syncronia Onlus  (responsabile Dottoressa Angela Paris), hanno chiarito gli aspetti normativi e analizzato il bullismo e cyberbullismo quale reati, indirizzando i ragazzi ad un uso consapevole della rete. Le testimonianze degli studenti sul tema, raccolte in precedenza in una scatola tramite biglietti anonimi, sono state spunti di riflessioni per aprire il dibattito e per ricordare che è fondamentale chiedere aiuto, raccontare senza alcuna paura quello che stiamo vivendo o al quale stiamo assistendo. Un nastro blu al polso è stato indossato da tutti i presenti per dire no a questo pericoloso fenomeno. Syncronia opera sul territorio abruzzese da molti anni, promuovendo la salute e il benessere psicologico, oltre a operare clinicamente attraverso una équipe di psicologi/psicoterapeuti collegati alla Scuola di psicoterapia Atanor. Una delle sedi è a Celano, territorio nel quale si portano avanti progetti con le scuole e con numerosi medici di base. Angela Marcanio ha così commentato “da consigliere comunale sento il dovere di svolgere un ruolo attivo nella mia città. È stato emozionante leggere gli sguardi degli studenti di fronte al racconto di storie di reale bullismo. Ricordare che non si è soli ad affrontare situazioni di insofferenza ma che c’è una rete di figure pronte a supportarci è fondamentale. Ringraziamo il dirigente scolastico Candeloro Di Biagio per aver sostenuto questa iniziativa e la docente Vittoria Ivone. A lei, insieme a tutto il corpo docenti di Celano, va la nostra più sentita riconoscenza per la dedizione che riservano agli alunni. La scuola infatti” ha concluso la consigliera “riveste un ruolo centrale insieme alle famiglie sulle finalità educative e di crescita”.

Uff. Stampa Comune di Celano

Storie dalla Regione