domenica, 21 Luglio 2024

Omicidio di Pescara, proseguono le indagini: errori del killer?

Le tue storie in Regione

spot_img

Storie dalla Provincia

Proseguono le indagini in quel di Pescara dopo la brutale aggressione a Walter Albi, 66enne architetto deceduto dopo aver ricevuto 4 colpi di pistola, e Davide Cavallito, 49enne in prognosi riservata (6, nel suo caso, i proiettili sparati contro). 

Secondo quanto si apprende da diversi organi di stampa regionali (tra gli altri, Il Centro e l’emittente Rete8), il killer avrebbe però commesso degli errori nel suo percorso: per iniziare, un altro cellulare (oltre ai due prelevati dall’aggressore) sarebbe rimasto nella disponibilità di Walter Albi. Sarebbe ora nelle mani degli inquirenti, che stanno visionando i dati dello stesso. Cavallito, peraltro, è sopravvissuto ad un vero e proprio assalto armato e potrebbe, al momento della ripresa, dare particolari decisivi per le indagini in corso. 

Ancora, circa l’uomo ricoverato, si apprende di una pressione insistente da parte di un altro soggetto: avrebbe chiesto più volte informazioni sullo stato di salute di Cavallito. Si sta indagando per comprendere chi possa essere; la vittima rimane, in ogni caso, pesantemente controllata da uomini armati nella sua stanza. 

Storie dalla Regione