domenica, 21 Luglio 2024

Arrivato questa mattina a Giulianova Pasquale Caputo, ripercorrerà il cammino di suo papà nella Seconda Guerra Mondiale

Le tue storie in Regione

spot_img

Storie dalla Provincia

1700 chilometri da percorrere a piedi, in 68 tappe.  Pasquale Caputo, 73 anni, di Barletta, ha fatto sosta oggi, per un giorno, a Giulianova. Il suo lungo viaggio, da Monaco di Baviera  a Barletta, lo ha portato in corso Garibaldi, a palazzo municipale. Ad accoglierlo  c’era  il Vicesindaco Lidia Albani, che ha firmato l’attestazione dell’avvenuto arrivo.

Pasquale Caputo, appassionato di storia contemporanea, sta ripercorrendo a piedi la strada che fece suo padre, deportato in Germania durante la Seconda Guerra mondiale. Partito ai primi di maggio da Monaco, arriverà a Barletta il mese prossimo. Pasquale ha già partecipato a 25 maratone ed è sostenuto in questa impresa dalla Uisp (Unione Italiana Sport per tutti) e dall’ Esercito Italiano. Lungo tutto il viaggio, è stato monitorato da innovativi strumenti di telemedicina messi a disposizione da Aress Puglia.

“Molti dicono di apprezzare la mia fatica – sottolinea – , ma questo mio andare non è nulla, in confronto ai sacrifici patiti da centinaia di persone, militari e non, nei campi di lavoro e di concentramento: sacrifici che per tanti non ebbero in premio nemmeno il ritorno a casa”.

 

 

 

 

Storie dalla Regione