sabato, 24 Febbraio 2024

Braceria pizzeria “Je Tizzone”, tempo e passione dietro l’eccellenza del buon cibo

Le tue storie in Regione

spot_img

Storie dalla Provincia

[ARTICOLO PUBBLIREDAZIONALE]

Ci sono modi e modi di intendere la ristorazione in un periodo storicamente particolare come quello del post-Covid. A Scurcola Marsicana, sulla Via Tiburtina, un ristorante in particolare sta attirando sempre più l’attenzione della Marsica intera: la pizzeria braceria “Je Tizzone”, attività che continua a crescere proponendo delle linee guida fortemente improntate sulla qualità e sulla passione per la buona cucina.

Andrea Di Stefano, titolare della braceria pizzeria “Je Tizzone”, racconta così l’origine della sua attività: “Dopo tantissimi anni nel settore della ristorazione come dipendente, ho deciso, con l’appoggio della mia famiglia, di realizzare questo sogno. E’ un sogno che ovviamente ha trovato tante difficoltà, sia burocratiche che legate al Covid, ma si è realizzato con l’appoggio dei miei familiari: insieme, abbiamo avuto una grande perseveranza“.

L’origine dello stile che oggi guida le scelte de “Je Tizzone” è variegato, e ci sono almeno due elementi fondamentali al centro dello stesso: “Abbiamo scelto di unire la mia storia, legata all’arte bianca, con la mia passione, quella per la carne: le due sono correlate, e si reggono sulla volontà di formarsi in modo continuo. Abbiamo così portato in zona l’idea della frollatura della carne, della sua maturazione, cercando di sensibilizzare le persone, a far comprendere cosa avviene all’interno della stessa carne con il trascorrere del tempo. Il tempo stesso è infatti la variabile fondamentale per i prodotti, la pizza ed il pane oltre proprio alla carne: li rende più digeribili“.

Pochi i dubbi sul valore dei prodotti abruzzesi, anche per quanto concerne quelli meno noti ma comunque di livello eccelso: “Abbiamo poi provato ad intensificare la conoscenza dei prodotti d’Abruzzo, che a volte restano di nicchia e sono artigiani, verso i nostri clienti. Parliamo dei formaggi, come ad esempio il canestrato di Castel del Monte, o il pecorino di Farindola, fino ai biologici, senza dimenticare i salumi come le venticine (del vastese o la teramana). Abbiamo cercato di trovare i prodotti di nicchia abruzzesi per farli conoscere ai nostri clienti: è un lavoro arduo e complicato, dato che questo mercato non è semplice da gestire e da far comprendere, ma questa perseveranza sta facendo sì che le persone si possano informare sulla nostra identità tradizionale”.

Sotto, una serie di scatti che comprovano la qualità elevatissima della cucina dalla braceria pizzeria “Je Tizzone”.

Storie dalla Regione