giovedì, 30 Maggio 2024

Casoli, Francesco Imbastaro ci racconta la storia di “MAIOT birrificio agricolo”

Le tue storie in Regione

spot_img

Storie dalla Provincia

Francesco Imbastaro è il mastro birraio del birrificio agricolo MAIOT. Il birrificio si trova a Casoli, in provincia di Chieti. Come ci racconta Francesco: “Siamo un attività esistente dal 2017, il nostro è un microbirrificio che nasce da un progetto di riclassificazione e diversificazione di terreni agricoli adibiti alla coltivazione di cereali per l’ ingrosso e di terreni quasi del tutto abbandonati”.
Da questa idea è nato MAIOT, non un semplice birrificio artigianale ma un birrificio agricolo.

Il nostro lavoro per produrre una birra parte dai campi con la semina dell’orzo distico, successivamente dopo la maturazione, avviene il raccolto nel mese di luglio. Quindi un prodotto nato e trasformato in azienda dalle materie prime coltivate seguendo scrupolosamente i criteri di un agricoltura biologica e ecosostenibile. Dopo la raccolta l’orzo viene portato in malteria, dove attraverso dei processi di trasformazione specifici diventa malto; una volta che il malto è pronto per la trasformazione viene portato in birrificio, dove viene macinato e da qui che inizia il processo di ammostamento per produrre il mosto che diventerà birra agricola, aggiungendo anche i vari aromi e luppoli fondamentali sia a livello organolettico e sia al punto di vista conservativo. Il prodotto finale è una birra agricola 100% abruzzese”.

Il mastro birrario sottolinea che vengono utilizzati non solo i malti aziendali ma anche altre materie prime provenienti da aziende d’ eccellenze del territorio regionale abruzzese.

Per quanto riguarda la parte commerciale: “Al momento siamo sul mercato con 8 etichette e nel corso dell’ ultimo anno partecipando a manifestazioni e eventi ho avuto l’opportunità di ampliare il mio bagaglio culturale sul mondo birra che mi ha permesso anche di ottenere alcuni riconoscimenti a livello nazionale su alcune delle mie birre e questo mi ha dato ancora più forza e la carica giusta per andare avanti. Nel mio futuro porterò avanti e valorizzerò sempre la qualità, il mio intento è quello di portare al consumatore una storia, la storia di una birra legata al territorio, alle sue origini, alle sue bellezze e alle sue diversità, l’Abruzzo.
Potete acquistare le nostre birre in molti locali della Regione, ma non solo, sul nostro sito troverete una sezione dedicata alla vendita”.

Rispetto al periodo del Covid-19 Francesco spiega: “Siamo molto soddisfatti dei progressi avuti fin ora anche se comunque il covid ci ha bloccato per un lasso di tempo molto lungo, comunque sia rimaniamo ottimisti e cerchiamo di dare sempre il nostro meglio e di continuare a crescere con la produzione e la distribuzione del nostro marchio. Il prossimo progetto molto importante a livello ambientale è quello di trasformar il birrificio in azienda 100% ecosostenibile, ci già stiamo muovendo con le installazioni di pannelli fotovoltaici e termo solari così da essere il più possibile green a impatto“.

Contatti:
[email protected]
www.maiot.it
Instagram: MAIOT birrificio agricolo
Facebook: MAIOT birrificio agricolo

Raffaella Piccoli

Storie dalla Regione