mercoledì, 7 Dicembre 2022

“Spazio giovani”, il Consultorio di Francavilla al Mare attiva un nuovo servizio per ragazze e ragazzi

spot_img
spot_img

Storie dalla Provincia

Nel Consultorio familiare di Francavilla al Mare è stato attivato lo “Spazio giovani” per la promozione di quella che l’Organizzazione mondiale della sanità definisce “Health Literacy“: raggiungimento della consapevolezza del proprio stato di salute bio-psico-sociale.

Gli obiettivi del progetto, rivolto alle ragazze e ai ragazzi di Francavilla al Mare e dei Comuni limitrofi, sono

  • promuovere la salute e il benessere psicologico; 
  • offrire consulenze ginecologiche e ostetriche; 
  • educazione alla sessualità consapevole (contraccezione, gravidanza, prevenzione delle malattie trasmesse sessualmente); 
  • informazione sulla legge 194/78; 
  • offrire ascolto e supporto per situazioni di ansia, dubbi e disagi psicologici ; 
  • migliorare la consapevolezza delle proprie risorse; 
  • aumentare la capacità di problem solving
  • migliorare la gestione dei rapporti interpersonali; 
  • superare tutti i pregiudizi con particolare riferimento all’identità di genere ;
  • promuovere la conoscenza del Consultorio e favorire il primo accesso da parte dei giovani. 

Sono stati già effettuati due incontri organizzativi in cui gli operatori del Consultorio familiare – assistente sociale, ginecologa, ostetrica e psicologa, coordinati dalla responsabile Drusiana Ricciuti –  hanno incontrato un gruppo di giovani per fare in modo che lo spazio abbia loro come protagonisti e non solo come utenti e fruitori del servizio.  

La dottoressa Drusiana Ricciuti sottolinea l’importanza e l’utilità di questa iniziativa per le caratteristiche di apertura e flessibilità particolarmente rispondenti alle esigenze di confronto, riflessione e crescita tipici di questa fascia di età.

Lo “Spazio giovani” prevede un giovedì pomeriggio al mese dedicato, dove i ragazzi potranno accedere liberamente (senza impegnativa del medico curante, al Consultorio familiare per avere colloqui individuali o di coppia con i singoli operatori.

Saranno inoltre organizzati incontri, a piccoli gruppi, di educazione e informazione su argomenti da loro stessi individuati con la tecnica del “brainstorming“. Successivamente sarà possibile attivare percorsi di peer-education e auto-mutuo aiuto. 

Queste attività di gruppo saranno svolte nel rispetto di tutte le norme per il contenimento del contagio da SARS-Cov-2.

Il personale del Consultorio risponderà anche per telefono e via E-mail per aiutare i ragazzi a superare imbarazzo e timidezza iniziali e per tutelare ulteriormente la loro privacy.

Questi i contatti telefonici per la psicologa e l’assistente sociale  (3351348216) e per ginecologa e ostetrica (3357848183).

E’ possibile anche inviare un’E-mail a [email protected] oppure a Nicoletta Marzucco (ostetrica) [email protected]; Ilia Marisi (psicologa psicoterapeuta) ilia.[email protected]; Katia Montebello (assistente sociale) [email protected]; Annalisa Vignali (ginecologa) [email protected] .

FOTO: ASL Lanciano-Vasto-Chieti.

Storie dalla Regione