domenica, 29 Gennaio 2023

Oftalmologia e Anestesia e rianimazione, la Asl di Chieti ingaggia due docenti universitari

spot_img
spot_img

Storie dalla Provincia

Due docenti universitari entrano a far parte della squadra della Asl Lanciano Vasto Chieti, rafforzando altrettanti settori chiave dell’offerta sanitaria aziendale con una particolare attenzione per le cure pediatriche. 

Il professor Luigi Vetrugno, 49 anni, originario di Lecce e laureato alla “d’Annunzio”, docente di II fascia di Anestesiologia all’Università degli studi di Udine, è da oggi al lavoro nell’unità operativa di Anestesia e rianimazione dell’ospedale di Chieti. 

Il professor Rodolfo Mastropasqua, 37 anni, originario di Chieti e associato di Malattie dell’apparato visivo all’Università di Modena e Reggio Emilia, diventa responsabile al “SS. Annunziata” del programma di “Innovazioni tecnologiche nella riabilitazione visiva chirurgica” nell’ambito del Dipartimento chirurgico.

Entrambi hanno competenze in pediatria e, nell’auspicio del direttore generale della Asl, Thomas Schael, «daranno nuova linfa a due settori strategici di questa azienda: l’Anestesia e rianimazione, per cui è nota la difficoltà di avere professionisti di valore per lo sviluppo delle attività chirurgiche, alla quale il professor Vetrugno potrà dare un solido contributo sia gestionale sia per quanto riguarda la scuola di specializzazione; e l’Oftalmologia, una delle specialità che fanno da traino al Policlinico, nella quale daremo ulteriore spazio alla ricerca in parallelo con l’assistenza. Sia Vetrugno sia Mastropasqua hanno competenze in ambito pediatrico e ci consentiranno di ampliare le prestazioni rivolte ai bambini. Soprattutto sull’oculistica pediatrica l’obiettivo è di sviluppare ulteriormente l’offerta di prestazioni per attrarre gran parte degli utenti della fascia adriatica».

Le nomine sono state definite in accordo con l’Università d’Annunzio di Chieti in occasione dell’ultima seduta della Commissione paritetica tra Asl e Ateneo.

«Indosso la cravatta del giorno della laurea a Chieti. Per me è un ritorno a casa» ha detto emozionato Vetrugno al momento della foto con Schael e il collega Mastropasqua.

Foto di repertorio Storie d’Abruzzo.

Storie dalla Regione