domenica, 4 Dicembre 2022

Vinburger, a Gramburger di scena i sapori d’autunno

spot_img
spot_img

Storie dalla Provincia

Lanciano (Ch), 2 novembre 2021 – Ripartono gli appuntamenti di  Gramburger, a Lanciano,dedicati agli abbinamenti enogastronomici di qualità. Vino e hamburger gourmet saranno i protagonisti venerdì 12 novembre dell’evento Vinburger. Dopo lo stop forzato imposto dalla pandemia, il regno del fast food all’italiana, ideato da Rocco Finardi, torna ad ospitare il format che aveva riscosso molto successo tra gli estimatori del buon cibo. Quello del 12 sarà un percorso tra i sapori d’autunno. Gli hamburger saranno abbinati agli aromi di stagione e accompagnati dai vini della cantina Jasci & Marchesani.

Quattro gli abbinamenti proposti durante la serata, che sarà presentata dalla giornalista Gioia Salvatore: un calice di Traminer aromatico igt 2020 accompagnato da fiori di zucca in pastella croccante, fiori di zucca ripieni con ricotta e provola e ripieni di mozzarella e alici; un calice di vino Nerubè Cerasuolo d’Abruzzo doc 2020 con tortino di polenta arrostita e aromatizzata al tartufo e hamburger di salsiccia rossa dolce, provola arrostita e friarielli; un calice di vino Nerubè Montepulciano d’Abruzzo doc 2018 abbinato al panino Abruzzese (panino ai semi, hamburger di pecora con  pomodoro rosso ramato, salsa maionese, insalata iceberg, formaggio pecorino semi stagionato e ventricina piccante); un calice di Montepulciano d’Abruzzo doc 2020, premiato all’Organic Wine Award International 2021, abbinato a castagnole e dolce alla frutta.

“Produciamo vino biologico dal 1978  – spiega Nicola Jasci che parteciperà all’evento in qualità di titolare della cantina Jasci & Marchesani – cioè da prima che diventasse, diciamo, di moda. Il vino biologico per la nostra azienda non è solo un marchio apposto sulla bottiglia ma un vero e proprio stile di vita”.

L’evento, che inizierà alle ore 20.00, ha posti limitati ed è necessaria la prenotazione allo 0872466010. Il costo è di 30 euro e sarà obbligatorio mostrare il green pass all’ingresso.

Storie dalla Regione