domenica, 29 Gennaio 2023

Lanciano, al via il progetto per sostenere i genitori dei ragazzi con disabilità visiva

spot_img
spot_img

Storie dalla Provincia

A partire dal 20 ottobre e fino al 24 marzo 2022, la città di Lanciano ospita un progetto per sostenere i genitori che hanno figli in età evolutiva, 14-25 anni, con disabilità visiva.  Organizzato dall’Unione Italiana dei Ciechi e degli ipovedenti di Chieti nell’ambito dell’iniziativa “GenitoriPerCrescere” promossa dall’ I.Ri.Fo.R.nazionale(Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione) il progetto Sostenere la genitorialità si propone come obiettivo principale quello di fornire momenti di confronto e sostegno rispetto alle problematiche della gestione quotidiana dei bisogni dei figli, al fine di diminuire i vissuti ansiosi-depressivi e individuare strategie di problem-solving.

Attraverso il contributo di figure specialistiche, i genitori potranno confrontare le preoccupazioni relative ai comportamenti dei figli e i dubbi rispetto alle strategie educative in un’ottica di modificazione dei comportamenti e relazioni all’interno della famiglia. Gli incontri si svolgono presso la sede di SOCIALMENTE Centro Specializzato in Servizi Psicologici e Sociali e sono organizzate in attività di gruppo a cadenza quindicinale per 12 incontri (8 con la Psicologa clinica e 4 con la Sessuologa).

Gli obiettivi specifici del progetto sono: saper accrescere in modo consapevole la propria competenza genitoriale; individuare modalità alternative per sviluppare nuove opportunità di crescita per la famiglia; riconoscere strumenti e strategie nell’affrontare le difficoltà nella relazione educativa; cogliere i cambiamenti e le specificità dell’adolescenza, per potersi orientare verso quei comportamenti e quel clima relazionale in grado di facilitare una crescita personale serena e tranquilla dei propri figli; identificare gli aspetti positivi e negativi degli stereotipi sessuali e di quelli verso la disabilità, nell’ottica di de-costruire i pregiudizi sociali e mediatici per promuovere una cultura inclusiva e rispettosa dei diritti umani. Un’iniziativa davvero unica e significativa che consentirà alle coppie genitoriali di discutere tematiche di interesse legate alla crescita dei figli, alla vita familiare, sociale e personale.

Un ringraziamento particolare va proprio ai genitori dei ragazzi della provincia di Chieti sempre attenti e vicini ai bisogni dei loro figli, alla Presidente dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli ipovedenti di Chieti, Angela Giangiulio, al Presidente dell’I.Ri.Fo.R. Regione Abruzzo Americo Montanaro, al Presidente dell’I.Ri.Fo.R. nazionale Mario Barbuto, e a tutti coloro che partecipano alla realizzazione dell’iniziativa. 

Storie dalla Regione